La Primavera Estate 2012 firmata Jean Paul Gaultier rivisita i capisaldi dello stile della Maison aggiungendovi ironia e un tocco di disincanto. I classici dello stile Gaultier vengono riproposti e riammodernati confermando di essere degli evergreen. Ritroviamo il trench, il blazer, i pantaloni fluidi a vita alta, il gilet, la camicia bianca, , i body effetto seconda pelle in tulle tatuato, gli abiti lingerie, il blouson motard realizzati in pelle.

 Le lunghezze ci sono tutte: dalla mini, al ginocchio fino ad arricare a terra. Tra i colori spiccano il beige, il bianco, il nero, il blu marine, il cobalto, l’ arancio e lo smeraldo. Tra i materiali troviamo il gabardine, lo chiffon, il jersey, la georgette, la crepe.

Per quanto riguarda gli accessori, assieme alle calze tatuate ed ai gioielli “piercing” realizzati in argento in collezione sfilano i booties con tacco a zeppa decorati con la stessa stampa del pantalone con il quale sono abbinati o “semplici”. Le zeppe in effetti sono le vere protagoniste della passerella. Tacchi scultura non facilissimi da indossare sfilano assieme a scarpe a bambola più “portabili”. Tra i colori troviamo bianco, nero e oro a volontà a conferma che, durante i periodi di crisi, l’oro in passerella abbonda.


Vedi altre Scarpe Jean Paul Gaultier